Scope, straccio, spugne. Ogni quanto cambiarli?

26 giugno 2018

Ogni quanto cambi la spugna per i piatti? E lo straccio per i pavimenti? Abbiamo preparato un calendario che ti dice con quale frequenza è opportuno sostituire tutti gli accessori e gli strumenti che usi per pulire la casa e come prendertene cura per farli durare più a lungo. Ricorda: il pulito della tua casa parte da loro!

È ora di… sostituire e pulire spugne e stracci!

Andiamo con ordine, procediamo di stanza in stanza, e passiamo in rassegna tutti gli accessori che usi per la pulizia.

In cucina

Arrivi in cucina e lì, sotto gli occhi e sotto il naso, hai una collezione di spugne ingrigite, consunte e maleodoranti. È un chiaro segnale che non ti stai prendendo abbastanza cura dei tuoi accessori per la pulizia. D’ora in avanti, fai tesoro di questi consigli:

  • Ogni spugna ha la sua funzione: c’è la spugna per i piatti, quella per il lavello, la spugna per pulire le superfici, ecc. Noi ti consigliamo di sceglierle di colori diversi, così non correrai il rischio di confonderle.
  • Dopo averle utilizzate, lava sempre le spugne sotto l’acqua tiepida con un goccio di detersivo per i piatti limone e zenzero, efficace contro i cattivi odori. E ricordati di strizzarle bene prima di riporle.
  • Per evitare che si creino cattivi odori, non tenere le spugne dentro i contenitori o in ambienti umidi.

Ogni quanto sostituire le spugne della cucina:

  • Spugna per i piatti: ogni tre settimane.
  • Spugna per pulire il lavello: ogni due mesi.
  • Spugna per pulire le superfici della cucina (tavolo, top, fornelli): ogni tre mesi.
  • Paglietta di metallo: ogni tre mesi. La usi poco, ma è difficile da pulire perché nella sua trama è facile che rimangano tracce di cibo. Ti consigliamo, quindi, di non trascurarla.

In bagno

In cucina è importante distinguere le spugne in base alla loro funzione. Bene, sappi che in bagno lo è ancora di più. Ogni quanto cambiare la spugna del bagno? Con una certa frequenza, per evitare il diffondersi di germi e batteri. Ecco qui i nostri consigli:

  • Spugna per il WC: sostituiscila ogni tre settimane.
  • Spugna per i sanitari: ogni due mesi.
  • Spugna per pulire le superfici: ogni tre mesi.
  • Tergivetro per il box doccia: sostituiscilo quando vedi che la gomma inizia a irrigidirsi o è usurata, perché in quel momento il tergivetro smette di fare il suo lavoro.
  • Straccio per pulire i pavimenti del bagno: ti consigliamo di sostituirlo ogni due mesi.

Nel resto della casa

Ora rimangono tutti gli accessori e gli strumenti che usi per spolverare i mobili e pulire i pavimenti. Ecco l’ultima parte del calendario:

  • Panno di cotone per spolverare: quando è sporco, non devi sostituirlo ma lavarlo. Come lavare gli stracci in lavatrice? Ad alte temperature con un detersivo con candeggina.
  • Piumino per la polvere: visto che non puoi lavarlo, sostituiscilo quando ti accorgi che ha accumulato tanta polvere o quando inizia a perdere troppe piume.
  • Scopa: se la usi di rado – quando non hai voglia di tirare fuori dallo sgabuzzino l’aspirapolvere –, cambiala quando le setole “non ce la fanno più”.
  • Straccio per i pavimenti: se è di tessuto, segui le stesse istruzioni che ti abbiamo dato per il panno di cotone. Se non puoi lavarlo in lavatrice, sostituiscilo ogni 6 mesi.

Prima di lasciarti, ti consigliamo di leggere il nostro articolo sulla pulizia di spugna, scopa e straccio. Lì troverai tutti i consigli che ti servono per disinfettare e far durare più a lungo gli strumenti e gli accessori che usi per pulire la casa.

Torna alle FAQ Torna ai racconti