Ridurre gli sprechi in casa

4 maggio 2018

Spesso per abitudine o pigrizia, facciamo cose che ci sembrano normali, comprese quelle più piccole e all’apparenza insignificanti, che a lungo andare si rivelano però controproducenti. Se tenete all’ambiente ma anche al vostro portafoglio, fate un bel check-up dei vostri vizi e virtù.

Questo perché a remare contro alla sostenibilità, ma anche all’economia domestica possono contribuire gesti e azioni che ripetiamo ogni giorno, in maniera quasi automatica. Ecco allora per voi una serie di buoni propositi per ridurre gli sprechi e risparmiare in casa. Operazione difficile? Neanche per sogno. Per cambiare basta partire dai piccoli gesti quotidiani, saranno proprio loro a farvi prendere consapevolezza di certi meccanismi da cancellare assolutamente dalla vostra routine.

Obiettivi 2018? Zero sprechi

Ecco allora tre buone abitudini anti-spreco da prendere in considerazione:

  1. Occhio alla spesa. La prima mossa per far del bene all’ambiente (e alle vostre finanze) è investire 5-10 minuti del vostro tempo per organizzare il menù settimanale, compilando in funzione di quello che vorrete preparare la vostra lista della spesa. Un buon metodo per evitare di buttare cibi scaduti, ma anche per seguire un’alimentazione varia ed equilibrata.
  2. Risparmiate sulle bollette. Mentre vi spazzolate i denti vi ricordate di chiudere il rubinetto? Quando uscite da una stanza ricordate di spegnere l’interruttore? Sembrano piccolezze ma prestare attenzione a luci sempre accese e al consumo sconsiderato di acqua è il primo passo per risparmiare sulla bolletta e per costruire step by step una propria coscienza ecologica.
  3. Riducete al minimo plastica e rifiuti. Sapevate che l’Italia è uno tra i più alti consumatori di bottiglie e contenitori di plastica? Bere acqua dal rubinetto di casa, dire no alla cassiera del supermercato che ti porge con gentilezza il sacchetto in plastica ed evitare prodotti confezionati con imballaggi ingombranti sono buone pratiche per dare una mano all’ambiente e diminuire considerevolmente il numero di rifiuti. Lo stesso discorso vale anche per i detersivi. Mai sentito parlare di Eco Ricarica? Si tratta del nostro classico detergente piatti con succo di limone, ma in una versione più pratica, economica ed ecologica grazie alla nuova busta ricarica maxi formato, con la quale potrete ridurre la plastica del 70% e i rifiuti dell’80%. Provare per credere.

Benissimo, ora non resta che fare vostri questi semplici consigli e imparare a coltivare nuove abitudini per un futuro più green e all’insegna del risparmio.

Torna alle FAQ Torna ai racconti