bucato-candeggio

Tutte le regole per candeggiare e pretrattare macchie con la candeggina

23 dicembre 2015

La candeggina può essere il miglior alleato del tuo bucato ma anche un acerrimo nemico. Con lei puoi realizzare il sogno di un bianco perfetto, cancellare le macchie dai tuoi tessuti ma anche incappare in spiacevoli disavventure.

Impara a usare correttamente la candeggina: segui queste regole e ti terrai alla larga dai disastri.

I simboli del candeggio

I tuoi capi ti parlano e lo fanno attraverso l’etichetta: leggila e puoi capire se vanno d’accordo, o meno, con la candeggina.

Evita di incorrere in qualche guaio: impara a interpretare i simboli del candeggio.

Triangolo

Via libera al candeggio! Il triangolo è il simbolo della candeggina, significa che puoi utilizzarla sul tuo capo senza brutte sorprese.

Triangolo con le lettere CL

Puoi candeggiare con i prodotti contenenti cloro.

Triangolo con due lineette oblique

Sì all’ossigeno, ma no al cloro. Occhio all’etichetta della candeggina, perché il tuo tessuto gradisce solo quella gentile.

Triangolo sbarrato

Tienimi lontano dalla candeggina! Il simbolo ti avverte di non candeggiare. Se non lo ascolti, sappi che sei ad alto rischio disastro.

Istruzioni per un candeggio perfetto

Ora che tu e il tuo tessuto vi capite meglio, può esserti d’aiuto anche qualche consiglio sull’utilizzo della candeggina nei lavaggi a mano e in lavatrice.

Candeggina nel bucato a mano

Per i tuoi capi bianchi scegli la candeggina classica: diluiscine un bicchiere (circa 200 ml) in una bacinella contenente 10 litri di acqua e immergi il tuo tessuto. Dopo averlo lasciato in ammollo, ricordati di sciacquarlo bene per eliminare ogni traccia di prodotto.

Per i colorati scegli la candeggina gentile: ti bastano 3 tappi di prodotto, circa 90 ml, diluiti in 10 litri di acqua. Aggiungi nella bacinella anche il detersivo per bucato a mano, poi lava e risciacqua con cura.

Candeggina nel bucato in lavatrice

Per il candeggio in lavatrice ti consiglio di scegliere il lavaggio più breve. Aggiungi 1-2 bicchieri di prodotto nella vaschetta – con quella gentile te ne bastano 3 tappi – mentre la lavatrice carica l’acqua, e riempi il cestello con i capi da trattare. Terminata la centrifuga, procedi con un normale ciclo di lavaggio con il detersivo.

Pretrattare macchie con la candeggina

Erba, vino e pomodoro sono il tuo incubo?

Quando hai a che fare con le macchie più antipatiche, non devi arrenderti ma cambiare strategia. Pretrattare i capi con la candeggina prima del lavaggio è la tua soluzione. Come fare?

Versa sulla macchia la candeggina classica per i tessuti bianchi, o la gentile per quelli colorati, e strofina con una spazzola da bucato. È importante non lasciare asciugare il prodotto sul tessuto, ma lavarlo subito in lavatrice con detersivo liquido a 40°.

Ora siamo curiosi di scoprire qual è il tuo segreto per un bucato a prova di macchia. Dai: condividilo con i nostri amici sulla pagina Facebook Il pulito che vorrei, non tenerlo tutto per te!

Torna alle FAQ Torna ai racconti