Vetri-mamma-figlia

Pulizie di primavera. Da dove iniziare?

26 maggio 2017

La primavera è iniziata da un pezzo e in casa è arrivato il momento delle grandi pulizie. Come organizzare le pulizie di primavera? Noi ti aiutiamo con questo post, dove abbiamo buttato giù una lista delle 6 cose che devi ricordarti di pulire. Punto per punto troverai tutti i nostri consigli. Buon lavoro!

1. Ante e persiane delle finestre

Come prima cosa, pensa alle finestre. Per pulirle fai così:

  • Elimina la polvere con un panno umido; per pulire le persiane, passa su ogni listello un panno elettrostatico o un piumino.
  • Lava le superfici con una spugna (non abrasiva) imbevuta di acqua calda e detersivo per i piatti e passa un panno umido per risciacquare.
  • Se ante e persiane sono in legno, utilizza il detergente per parquet leggermente diluito. È un prodotto perfetto per lucidare, nutrire e proteggere le superfici.

Ora puoi dedicarti ai vetri.

2. Vetri

Operazione luce: falla entrare in casa attraverso vetri super brillanti. Puliscili in questo modo:

  • Prepara un mix di acqua tiepida e di detersivo per piatti con succo di limone.
  • Immergi un panno in tessuto non tessuto e passalo sul vetro dall’alto verso il basso.
  • Asciuga con un foglio di giornale appallottolato (è il “segreto della nonna” per farli brillare).

Per una pulizia quotidiana, puoi usare il detergente Vetri-multiuso Scala.

A proposito, sapevi che esistono 4 metodi diversi per pulire i vetri?

3. Zanzariere

Già che sei in zona finestre, non dimenticarti delle zanzariere. Puliscile con cura, senza danneggiarle, seguendo questi consigli:

  • Spolvera le guide e la rete con una bomboletta ad aria compressa.
  • Passa sulla rete una spazzola con setole morbide, ti aiuterà a pulire meglio la trama.
  • Riempi uno spruzzino con acqua tiepida e sgrassatore. Spruzza la soluzione sulla rete, cospargila su tutta la superficie con un pennello e lasciala agire per qualche minuto.
  • Immergi il pennello in acqua tiepida e passalo sulla zanzariera per risciacquare.

Vuoi qualche dritta in più? Allora ti rimandiamo all’articolo sulla pulizia delle zanzariere.

4. Balcone: ragnatele, ringhiere e pavimento

Come pulire il balcone o il terrazzo? Ecco 3 cose a cui dovrai pensare:

  1. Ragnatele. Se le pareti sono “impreziosite” da qualche ragnatela, qui scopri come liberartene.
  2. Ringhiere. Leggi i nostri consigli per pulire e spolverare le ringhiere di qualsiasi materiale.
  3. Pavimento. Spazza e lava il pavimento con il detersivo Scala diluito in acqua tiepida (un tappo di prodotto ogni litro di acqua). Se molto sporco, versa il detersivo direttamente a terra.

Il balcone è pronto per essere inaugurato. Ma prima…

5. Mobili da esterno

Ora puoi tirare fuori dallo sgabuzzino il tavolo e le sedie da esterno. Dai loro una bella ripulita, così:

  • Mobili in resina. Se molto sporchi, passa un panno umido per eliminare la polvere. Spruzza lo sgrassatore, risciacqua con un panno bagnato e asciuga.
  • Mobili in ferro battuto. C’è qualche traccia di ruggine? Grattala via con una paglietta di ferro, ma senza fare troppa pressione. Passa un panno umido per rimuovere la polvere e pulisci le superfici con un po’ di detersivo per piatti diluito in acqua tiepida. Passa un panno umido per sciacquare e asciuga.
  • Mobili in legno. Con un panno umido rimuovi la polvere. Diluisci 2 tappi di detergente per parquet in una bacinella d’acqua (circa 5 litri), pulisci con una spugna morbida e asciuga bene con un panno.
  • Mobili in vimini e rattan. L’operazione si fa un pochino più complicata, quindi ti rimandiamo al post dedicato alla pulizia di questi due materiali.

Finito? No, manca ancora lo zerbino.

6. Zerbino

Non trascurare lo zerbino: è un vero e proprio nido di polvere. Puoi pulirlo così:

  • Zerbino sintetico. Spruzza un po’ di sgrassatore sulla superficie, passa una spazzola con le setole dure, sciacqualo sotto l’acqua corrente e fallo asciugare all’aperto.
  • Zerbino in fibra di cocco. Non bagnarlo, ti basterà batterlo sul fondo per rimuovere la polvere (o, se fissato al pavimento, passare l’aspirapolvere alla minima potenza).

Adesso sì che hai pensato a tutto. Buon lavoro e goditi la primavera!

Torna alle FAQ Torna ai racconti