Pulizia del bagno: 7 cose che dimentichi di pulire

23 febbraio 2017

Questa è la giornata dedicata alle grandi pulizie del bagno. Oggi non ti accontenterai di sanitari bianchi e splendenti, di una rubinetteria scintillante e di pavimenti puliti e profumati. No, oggi pretenderai molto di più: ti occuperai di tutte quelle cose che, di solito, dimentichi di pulire. Come il bicchiere dello spazzolino o il tappetino della doccia.

In questo post trovi i consigli e i prodotti per una pulizia extra-ordinaria del bagno. Abbiamo pensato a tutto… a tutto quello che di solito dimentichi.

La tua lista: dal portaspazzolino alle spazzole

In bagno ci sono oggetti che hai davanti agli occhi ogni giorno e che, proprio per questo, ormai non vedi più. Il risultato? Ti dimentichi puntualmente di pulirli! Apri bene gli occhi, perché adesso te li mostriamo noi.

Il portaspazzolino

Il depositarsi di acqua e calcare nel portaspazzolino crea una patina giallognola sul fondo. Ti consigliamo, almeno una volta alla settimana, di pulirlo e disincrostarlo in questo modo:

  • Se di vetro: lavalo con acqua calda e detersivo per piatti. Insisti con la spugnetta sul fondo per rimuovere le incrostazioni di calcare.
  • Se di plastica: spruzza lo sgrassatore, lascialo agire per qualche minuto e poi risciacqua con cura.
  • Se di acciaio o ceramica: usa il detergente Splendiacciaio e ceramica, lascialo agire, sciacqua e asciuga.

Lo scopino del WC

Lo tieni nascosto in un angolino del bagno, per questo è facile scordarsi di lavare lo scopino del WC. D’ora in avanti ricorda di pulirlo e disinfettarlo almeno una volta alla settimana, così:

  • Se di plastica: lava il manico e il porta scopino con lo sgrassatore, lascialo agire per qualche istante e poi risciacqua.
  • Se di acciaio: spruzza il detergente Splendiacciaio, risciacqua e asciuga.
  • Per disinfettare la testa dello scopino, mettila in ammollo nella candeggina per alcuni minuti.

Una chicca in più: per mantenere le setole pulite e tenere alla larga i cattivi odori, aggiungi un goccio di candeggina diluita in acqua nel porta scopino.

La tenda della doccia

Acqua, calcare e saponi possono ingiallirla e creare muffe e odori sgradevoli. Almeno una volta al mese ti consigliamo di lavare la tenda della doccia. Come? Così:

  • Se di tessuto: mettila in lavatrice con il detersivo liquido a 30 gradi. Per evitare che si rovini, riponila dentro una rete per il bucato o lavala insieme a degli asciugamani.
  • Se la tenda è molto sporca, e il tessuto lo permette, pretratta con acqua e candeggina.
  • Se di plastica: spruzza sulle macchie lo sgrassatore, lascialo agire per qualche istante e poi sciacqua. Metti a bagno la tenda in acqua tiepida e sapone di Marsiglia grattugiato, sciacqua e falla asciugare.

I tappi del lavandino, del bidè e della vasca

Una volta ogni due settimane è bene pulirli da cima a fondo. Devi occuparti non solo della “parte emersa”, ma anche della base del tappo. È proprio lì, infatti, che si accumula lo sporco. Ecco i nostri consigli:

  • Estrai il tappo dal foro e togli tutti i capelli attorcigliati.
  • Elimina i residui di dentifricio e di sapone con lo sgrassatore, puoi aiutarti con un vecchio spazzolino o con una spugnetta abrasiva.
  • Immergi il tappo in un bicchiere con un po’ di anticalcare, tienilo in ammollo per qualche istante e poi sciacqua.

I tappetini o gli adesivi antiscivolo per la doccia e per la vasca

I tappetini e gli adesivi antiscivolo possono ammuffirsi e ingiallirsi. I depositi di sapone, inoltre, possono trasformarli in tappetini scivolosi, e quindi pericolosi.

Come pulire il tappetino della doccia? Semplicissimo: ti basta una spruzzata di sgrassatore per rimetterlo a nuovo.

Cassetti e ripiani

Il bagno è un ambiente umido dove i batteri proliferano con facilità. Per questo è bene pulire con frequenza i cassetti e i ripiani dei mobili, specie se è lì che riponi la biancheria e la carta igienica. Ogni due mesi esegui queste operazioni:

  • estrai i cassetti dalle guide, svuotali e battili sul fondo per eliminare polvere e capelli.
  • spruzza nei cassetti e sui ripiani il detergente multiuso (se sono di legno usa il detergente per il parquet) poi asciuga le superfici con un panno morbido.

Le spazzole

E le spazzole? Scommettiamo che è da un po’ che non le pulisci. Prima di tutto rimuovi i capelli, battile con delicatezza per eliminare la polvere, immergile in acqua e sapone di Marsiglia grattugiato, sciacquale e lasciale asciugare bene prima di riporle.

Ora puoi dirlo forte: oggi è la giornata della pulizia extra-ordinaria del bagno!

Torna alle FAQ Torna ai racconti