Pulire le porte e… chiuderle in faccia allo sporco

18 luglio 2016

Se ne stanno ferme a osservare il nostro passaggio da una stanza all’altra, quando ci arrabbiamo le sbattiamo e quando vogliamo un po’ di tranquillità le chiudiamo. Hai capito di cosa stiamo parlando? Delle porte di casa, le guardiane della nostra intimità domestica. Solo per questa loro importantissima funzione dovremmo prendercene cura.

Per questo abbiamo dedicato loro un post, dove abbiamo raccolto tutti i nostri migliori suggerimenti per la pulizia delle porte.

Vediamoli subito insieme.

Cosa ti serve per pulire una porta

Iniziamo con una lista di strumenti e prodotti utili per pulire una porta.

Probabilmente avrai già tutto l’occorrente a casa:

Tutto qui. Ora ti servono i nostri suggerimenti.

Come si pulisce una porta?

“E cosa ci vorrà mai?”, ti starai chiedendo. E invece, come in ogni cosa, il rischio è sempre dietro… la porta!

Ecco perché potrebbe farti comodo qualche suggerimento sulle cose da fare e, soprattutto, su quelle da evitare.

Prima di tutto: spolverale spesso, ogni volta che ti occupi delle pulizie generali di casa. Ti basterà passare sulla superficie della porta un panno in microfibra o un piumino. Se la tua porta ha delle scanalature, per rimuovere la polvere dalle fessure aiutati con il pennello con le setole morbide.

Quando dovrai pulirla, ricordati che la procedura varia in base al materiale e al trattamento della porta. Vediamo come pulire le quattro tipologie più comuni:

  • Porte di legno impiallacciato: diluisci il detergente per parquet in una bacinella di acqua. Ti consigliamo di rispettare la proporzione di un tappo di prodotto ogni cinque litri di acqua. Pulisci le superfici con un panno in microfibra e poi asciugale bene.
  • Porte laccate: spruzza sulle superfici un po’ di detergente multiuso e puliscile con un panno.
  • Porte di legno verniciato: puoi pulirle semplicemente con un panno in microfibra inumidito.
  • Porte di vetro: ti basterà spruzzare un po’ di detergente per i vetri sulla superficie e pulire con un panno in microfibra. Per evitare la formazione di aloni, asciugale con cura con un panno di cotone che non lasci pelucchi.

E già che ci sei non dimenticare di pulire anche gli stipiti. Di solito sono dello stesso materiale della porta, quindi dovrai utilizzare i medesimi prodotti. L’unica raccomandazione che ti facciamo è di non spruzzare i detergenti direttamente sullo stipite ma di applicarli sul panno, così da evitare di sporcare i muri.

Da adesso in poi le guardiane di casa tua riceveranno le dovute cure?

Se hai qualche suggerimento per la pulizia delle porte che vuoi condividere con i nostri amici di Facebook scrivici sulla pagina Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti