Pillole di feng shui per arredare casa con armonia

10 novembre 2016

L’hai cercato in tutte le stanze, dalla camera al salotto, ma proprio non riesci a trovarlo. Dove si è cacciato il benessere, nella tua casa? Forse è stato sepolto dalla confusione e dalla polvere, o si è nascosto al buio, sotto il letto.

L’antichissima dottrina del feng shui ti spiega dove andare a cercare l’armonia dentro la tua casa, partendo dall’ordine e dalla pulizia, fino ad arrivare alle luci e alla disposizione dei mobili.

Che cos’è il feng shui e come puoi applicare le sue regole? Vediamolo insieme.

Che cos’è il feng shui?

Il feng shui è una dottrina filosofica che arriva dall’antica Cina e vanta ben 4.000 anni di sapere. Anni che le hanno regalato una certa autorità in materia di benessere e di rapporto tra uomo e ambiente.

Il feng shui si occupa proprio di questo: studia il fluire dell’energia vitale, chiamata ch’i, dentro gli ambienti. Un’energia capace di generare serenità e senso di protezione.

Come stanare e far correre il ch’i da una stanza all’altra della tua casa? Te lo spieghiamo subito.

Princìpi di feng shui

Perché l’energia vitale possa correre a briglie sciolte nei tuoi spazi domestici, devi rispettare alcune regole che cavalcano le discipline dell’arredamento e della filosofia e ti portano dritto dritto verso l’armonia. Ecco i consigli del feng shui per la cura della casa.

Ogni spazio ha la sua funzione

C’è lo spazio dove si lavora e quello dove si riposa. E questi due ambienti devono rimanere separati. Cerca di rispettare questo principio. Se la tua casa è piccola, talmente piccola che hai un solo ambiente, puoi aiutarti a dividere gli spazi con tende o séparé.

Casa pulita e luminosa

Lo diciamo sempre anche noi, non da 4.000 anni ma con una certa frequenza: la casa deve essere pulita, perché la polvere e lo sporco generano il “ch’i stagnante”. Sapevi che su un pavimento lavato con i detersivi Scala il ch’i corre più veloce? ;)

Non solo, le stanze devono essere ben illuminate, meglio se di luce naturale. In assenza di questa va bene anche quella artificiale. Accertati, però, che non sia troppo diretta, perché una luce intensa genera molta energia che potrebbe disturbare il relax. Ricorri, quindi, a luci soffuse e a candele.

Scegli bene i mobili

Bando agli spigoli! Opta per i mobili con gli angoli arrotondati. Perché il “ch’i tagliente” (generato dagli angoli) allontana le energie positive dalla casa. Prediligi i materiali naturali, come il legno.

Sentiti al sicuro

Il senso di protezione è uno dei princìpi guida del feng shui. E per assecondarlo è importante che il divano, le poltrone e il letto abbiano gli schienali (la testata, nel caso del letto) appoggiati al muro. Il vuoto alle spalle genera un senso d’insicurezza e inquietudine.

Il letto, la culla della serenità

Il feng shui dedica particolare attenzione alla scelta del letto e alla sua disposizione nella stanza. Prima di tutto, accertati che sia ben sollevato da terra, il ch’i deve correrci sotto senza sbattere la testa. Orientalo verso est, dove sorge il sole, e fai in modo che la porta della stanza sia di fronte al letto, in modo che tu possa vedere sempre l’entrata.

2 consigli di feng shui per la camera da letto

Spesso facciamo l’errore di lasciare in camera il computer, l’agenda o la ventiquattrore. Sbagliato! Avere sott’occhio gli strumenti di lavoro non ti permette di rilassarti come si deve. Così come non te lo permettono le piante, che sono fonte di energia attivatrice e potrebbero disturbare il sonno.

Il nostro approfondimento sul feng shui termina qui. Con questi consigli riuscirai a scovare il benessere dentro la tua casa.

Torna alle FAQ Torna ai racconti