Organizzare il trasloco. Consigli per evitare lo stress

12 ottobre 2018

È sicuramente vero che un trasloco mal organizzato può essere una buona fonte di stress nella vita di una persona. Uno stress che oltretutto non è passeggero, visto che si tratta di un’operazione lunga e laboriosa.

Ora, se sei alle prese con un trasloco, non vogliamo spaventarti: come in ogni cosa, basta muoversi con il giusto anticipo e gestire tutto con ordine e organizzazione. Ti aiutiamo noi: qui ti spieghiamo come organizzare un trasloco intelligente, senza stress.

Organizzare il trasloco… con il giusto anticipo!

L’organizzazione del pre-trasloco è la fase più importante: se fila liscia quella, il trasloco vero e proprio e l’assestamento nella nuova casa saranno un gioco da ragazzi.

Quindi, contatta con mesi di anticipo la ditta che si occuperà del trasporto di mobili e scatoloni e, dopo che ti avranno fornito il preventivo, fissate una data. Se non riescono a comunicarti con largo anticipo il giorno preciso, fatti dire almeno la settimana.

Quanto tempo è necessario per organizzare gli scatoloni? Se lavori a tempo pieno, il nostro consiglio è quello di evitare di tornare a casa dal lavoro e metterti a fare gli scatoloni fino a notte fonda (è il miglior modo per stressarsi). Prenditi più tempo, inizia anche due mesi prima a mettere via le cose che non usi tutti i giorni: come i libri, i servizi di piatti, i soprammobili che riempiono le vetrinette, ecc… In questo modo avrai il tempo per organizzare tutto con serenità, evitando gli imprevisti.

Trasloco: consigli per scatole super ordinate

Come inscatolare per un trasloco? Avere più tempo ti permetterà di inscatolare tutto con ordine e precisione. Noi ti consigliamo di procedere stanza per stanza e di riporre tutti i tuoi oggetti in scatoloni nominati per ambiente (bagno, cucina, camera, ecc.). Non solo, fondamentale è anche indicare, per ogni scatola, tutto ciò che contiene: scrivi una bella lista e attaccala al cartone (passaci sopra qualche giro di scotch trasparente, così non si staccherà durante il trasporto). Sì, è un’operazione che ti porterà via un po’ di tempo, ma ti semplificherà la vita una volta che dovrai sistemare tutto nella casa nuova: non dovrai aprire 10 scatoloni prima di ritrovare i calzini. ;)

A proposito di scatoloni: occhio al peso! È meglio avere tante scatole leggere che poche ma pesanti. E non commettere l’errore di pensare che gli scatoloni siano tutti uguali! Per gli oggetti più pesanti evita di riciclare i cartoni del supermercato, scegli quelli più resistenti con la superficie a doppia onda. Idem per lo scotch, anche quello deve essere resistente.

Trasloco e assestamento nella casa nuova

Prima del trasloco dai una bella pulita alla nuova casa, basterà raccogliere la polvere e pulire i pavimenti con il detergente. Così i mobili poggeranno su pavimenti puliti e non dovrai spostarli in un secondo tempo. Noi ti consigliamo anche di pianificare con anticipo l’arredo degli ambienti, così saprai indirizzare mobili e scatoloni nelle giuste stanze, senza dover faticare dopo.

Anche in questa fase, è fondamentale non avere fretta: svuota gli scatoloni con calma, quando sai di avere abbastanza tempo per sistemare tutto negli appositi spazi. Non avere fretta nemmeno di riempire la nuova casa di tutto l’essenziale, lascia che prenda forma nel tempo in base alle tue esigenze e alle ispirazioni che ti suggeriranno gli spazi. Perché, come si suol dire, la fretta è cattiva consigliera.

Buon inizio di questo nuovo capitolo! :)

Torna alle FAQ Torna ai racconti