frigo-in-ordine

Organizzare il frigorifero perfetto. Missione possibile!

26 febbraio 2015

Ci sono frigoriferi più caotici di Times Square nell’ora di punta. Così caotici che per trovare quello che occorre per la cena bisognerebbe chiamare un detective privato.

Se anche il tuo frigo grida vendetta, fermati qui: oggi ti sveliamo qualche trucchetto per organizzare il frigorifero perfetto e avere sempre tutto a portata di mano.

Il riempimento

La prima regola da seguire per avere un frigorifero perfetto è semplice: non sovraccaricarlo. Riempiendo troppo il frigo, il freddo non circola bene al suo interno e le conseguenze possono essere diverse:

  • cibi conservati male
  • formazione di brina (il frigo aumenta la temperatura interna e si viene a creare del ghiaccio).

Quindi ricorda: meglio un frigo mezzo vuoto che uno esageratamente pieno.

Il corretto collocamento dei cibi

Per trovare al volo i cibi di cui hai bisogno devi disporli nel giusto modo. E non si tratta solo di pura comodità: devi imparare a riporre bene i cibi nel frigo anche per conservarli al meglio.

Ecco quindi i nostri consigli per il corretto collocamento degli alimenti all’interno del frigorifero:

  • Solitamente i piani superiori sono quelli con temperature più basse, sono quindi consigliati per cibi freschi come pesce, carne e latticini freschi.
  • Al secondo ripiano, e in quello centrale, riponi i cibi lavorati o gli avanzi. Privilegia contenitori ermetici in vetro: sono più igienici e mantengono più a lungo la freschezza degli alimenti. Conserva qui anche affettati e formaggi stagionati.
  • Nei cassettoni in basso, riponi, separatamente, frutta e verdura. Per mantenere il piano pulito, inserisci un canovaccio sulla base, da cambiare con frequenza. Pulisci sempre tutta la frutta e la verdura e asciugale con cura. Per conservare più a lungo l’insalata, avvolgila in un tovagliolo e chiudila in una bustina di plastica.
  • Per burro, dadi, pomodoro concentrato, salse varie e uova (riposte con la punta verso il basso) utilizza i ripiani laterali. Stessa cosa per le bibite.

In linea di massima, cerca sempre di separare cibi cotti da cibi crudi, per evitare possibili contaminazioni.

Come pulire il frigorifero

Per finire, non poteva mancare qualche consiglio su come pulire il frigorifero. Per garantire il massimo dell’igiene a questo elettrodomestico devi concentrarti su 3 punti:

  • guarnizioni
  • pareti
  • ripiani.

Quello di cui hai bisogno è del buon detersivo per piatti. Noi ti consigliamo il detersivo per piatti Scala all’aceto: l’azione purificante, sgrassante e igienizzante dell’aceto è quello che ci vuole per pulire a fondo, ma in modo non aggressivo, tutte le parti del frigo.

Smonta i ripiani e puliscili con una spugna e qualche goccia di detersivo per piatti all’aceto. Procedi allo stesso modo con le pareti. Sia i ripiani, sia le pareti, dovranno essere puliti e asciugati con accortezza. Per le guarnizioni prepara una miscela di acqua calda e aceto bianco: spruzza il composto sulle guarnizioni, lascia agire per qualche minuto e pulisci con un panno.

Ultimo trucco per un frigo non solo pulito, ma anche privo di cattivi odori: inserisci al suo interno un bicchiere con del bicarbonato di sodio (il bicarbonato assorbe i cattivi odori).

Segui questi consigli e avrai un frigo così pulito e organizzato che non ti vergognerai più di aprirlo di fronte agli ospiti.

Frigo perfetto? Missione possibile! Provateci anche voi e raccontateci la vostra avventura sulla nostra pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti