Lavare l’abbigliamento sportivo. Lo fai nel modo giusto?

3 aprile 2017

La buona volontà, quando si parla di attività fisica, è tutto: è quello sprint che ti convince ad abbandonare il divano per andare in palestra, tanto per cominciare. E serve anche dopo la palestra… Qui trovi una bella lista di consigli per lavare l’abbigliamento sportivo e gli accessori per la palestra, per averli sempre puliti, igienizzati e profumati.

Come lavare il tappetino dello yoga e gli asciugamani della palestra

Il materassino dello yoga va pulito almeno ogni due mesi o anche di più se lo usi tutti i giorni. Ti terrai, così, alla larga da batteri, funghi e cattivi odori.

Non metterlo in lavatrice, o rischierai di rovinarlo, lavalo in questo modo:

  • Immergilo in una bacinella con acqua calda e detersivo liquido Scala Bicarbonato e Salgemma: svolge un’azione purificante e ha un profumo freschissimo che dura a lungo.
  • Strofina entrambi i lati del tappetino con una spugna morbida. Concentrati, in particolare, sulle zone in cui appoggi i piedi, le mani, la testa e sul lato che tocca terra.
  • Risciacqualo sotto l’acqua corrente, fino a quando non ci sarà più alcuna traccia di schiuma.
  • Scuotilo energicamente per eliminare l’acqua, appoggiaci sopra un asciugamano e camminaci su, per far uscire l’acqua rimasta dentro il tappetino.
  • Fallo asciugare all’aperto e rimettilo al suo posto solo una volta che sarà asciutto. Pizzicalo con le dita per assicurarti che non sia ancora umido.

Gli asciugamani che usi in palestra, invece, vanno lavati subito, appena torni a casa. Mettili in lavatrice, fai partire un bel lavaggio a 60 °C e aggiungi un po’ di ammorbidente, per mantenerli soffici e profumati.

Ricorda che lasciarli umidi e appallottolati nel cesto della biancheria sporca è il miglior modo per far proliferare batteri e cattivi odori.

Come lavare l’abbigliamento sportivo: dalla tuta alle scarpe

Così come gli asciugamani, anche l’abbigliamento sportivo deve essere lavato appena torni dalla palestra. Svuota il borsone e segui questi consigli:

  • Maglietta e pantaloni: lavali in lavatrice a 40 °C o, se i capi sono molto sporchi e l’etichetta lo permette, imposta una temperatura superiore. Per assicurarti una buona profumazione, aggiungi anche dell’ammorbidente.
  • Calzini: dopo averli lavati, aspetta che siano asciutti e igienizzali con il getto di vapore del ferro da stiro.
  • Scarpe: affidati al lavaggio in lavatrice con un detersivo con igienizzante, Se hai dubbi segui le nostre indicazioni: abbiamo parlato di come lavare le scarpe da ginnastica in questo articolo.

Un ultimo consiglio per te: fatti furba, per la palestra scegli asciugamani e indumenti che sopportano i lavaggi ad alte temperature. Così ti assicurerai sempre una perfetta igiene.

Buon allenamento!

Torna alle FAQ Torna ai racconti