Lavare centrini e pizzi. I consigli di nonna Maria

29 novembre 2017

Sotto vasi e porcellane, nel centro della tavola, sulla televisione, sul termosifone, a impreziosire le lenzuola e le federe dei cuscini. Nelle case delle nostre nonne i pizzi e i centrini sono in ogni angolo.

Chi, meglio di una nonna, può suggerirti come prendertene cura? In questo post abbiamo raccolto i consigli di Maria, la nonna di tutti noi, che ti spiega come lavare, stendere e stirare pizzi e centrini per mantenerli sempre perfetti, proprio come i suoi. Passiamole subito la parola.

I miei consigli, dal lavaggio alla stiratura

Tanti anni fa, le donne della mia famiglia facevano a gara di chi riusciva a realizzare il centrino più bello, quello con i ricami più eleganti. La nostra casa era piena di pizzi, centrini e merletti, e quando veniva il momento di lavarli – aiuto! – erano talmente tanti che ne dimenticavamo sempre qualcuno in giro. È così che mi sono creata una certa esperienza in materia ed è per questo che, quando le mie nipoti devono lavare pizzi e merletti, mi chiamano e mi riempiono di domande. Domande come quelle che trovi qui di seguito.

Come lavare il pizzo in lavatrice?

Le mie nipoti preferiscono la lavatrice al lavaggio a mano. Erano felicissime, infatti, quando ho detto loro che potevano lavare pizzi e merletti anche in lavatrice. Bisogna prima pretrattare le macchie con Smacchia Via, un prodotto davvero efficace per togliere qualsiasi tipo di alone. Basta versarne qualche goccia sulla macchia, lasciare agire per pochi minuti, strofinare con un panno e la macchia se ne va.

Prima di mettere i pizzi in lavatrice, però, bisogna inserirli dentro una retina per il bucato, o dentro una federa, per evitare che durante il lavaggio si tirino i fili. È importantissimo anche usare un detersivo delicato, impostare una temperatura di lavaggio bassa e una centrifuga a pochi giri.

Quando è bene lavare a mano i pizzi?

Alle mie nipoti ho regalato alcuni pizzi che hanno più del doppio dei loro anni. Alcuni sono molto delicati, per questo ho raccomandato loro di lavarli a mano. Basta eliminare le macchie strofinando con il sapone di Marsiglia – io lo uso da tantissimi anni ed è sempre una salvezza! –, poi bisogna metterli a bagno in acqua tiepida e sciacquare bene, senza strizzare, altrimenti si deformano.

Come si stendono i pizzi?

Sai cosa facevano le mie nipoti? Facevano asciugare i centrini sullo stendino, appesi con le mollette e poi si lamentavano perché perdevano la loro forma! I pizzi e i centrini si devono asciugare in posizione distesa, su una superficie leggermente inclinata. Ho passato loro anche un trucchetto imbattibile per asciugarli senza alterarne la forma: bisogna stenderli su una superficie di polistirolo inclinata e fissarli con degli spilli.

Come stirare i centrini?

Pizzi e centrini vanno stirati con qualche accorgimento. Bisogna infatti appoggiarci sopra un fazzoletto e poi passare il ferro da stiro. Alle mie nipoti consiglio sempre di stirarli da umidi, perché così è più semplice mantenerli stesi.

E a proposito di pizzi e centrini in perfetta forma… c’è un consiglio a cui sono particolarmente affezionata, perché mi riporta indietro nel tempo, a quando ero giovane. Per assicurarsi una perfetta piegatura, si può immergere il pizzo in una soluzione di acqua e amido (basta un cucchiaio di amido e un bicchiere di acqua) e poi procedere con la stiratura.

Da nonna Maria è tutto. A voi il bucato di pizzi e merletti. :)

Torna alle FAQ Torna ai racconti