alone-sudore

Eliminare l’odore di sudore dai panni (senza sudare 7 camicie)

28 aprile 2015

Nelle tue giornate c’è sempre da correre e da… sudare sette camicie. Magari ce ne sono certe, di giornate, che ti fanno sudare davvero, non solo in senso figurato. Un buon deodorante ti evita momenti imbarazzanti, ma i tuoi capi, be’, loro non ne escono proprio profumatissimi dai tuoi tour de force. A volte, può succedere addirittura che l’odore non voglia lasciare i panni neanche dopo il lavaggio. Cosa si fa in questi casi?

Ne parliamo in questo articolo. Leggilo: scoprirai più di un trucchetto per risolvere il problema e salvaguardare i tuoi capi.

Il tempismo è prezioso

La prima regola d’oro da seguire è lavare subito gli indumenti sudati e non lasciarli nel portabiancheria. Sì, sappiamo che a fine giornata di tutto hai voglia meno che di fare il bucato. Per trovare la “forza”, pensa a quelle brutte macchie che il sudore potrebbe lasciare sui tuoi vestiti, macchie difficili da eliminare, che spesso richiedono un trattamento aggressivo.

Se agisci con tempismo preserverai i tuoi panni sia dagli odori sgradevoli, sia dai fastidiosi aloni.

Prima di lavare, però, occorre pretrattare. Vediamo assieme alcuni tra i metodi più indicati per eliminare l’odore di sudore dai vestiti.

4 metodi per pretrattare capi in cotone e tessuti misti

La tecnica di pretrattaggio anti-cattivi odori varia a seconda della tipologia di indumento. Iniziamo a vedere come pretrattare i capi in cotone e i tessuti misti.

1. Candeggina delicata e bicarbonato

Un metodo efficace consiste nel cospargere del bicarbonato di sodio dove necessario, spruzzarci sopra della candeggina delicata e mettere in ammollo per un’ora. Per il lavaggio che seguirà regolati in questo modo: se usi la lavatrice, scegli il detersivo Scala al bicarbonato; se lavi a mano, il sapone di Marsiglia andrà più che bene.

2. Ammoniaca

Una seconda tecnica di pretrattaggio prevede l’uso dell’ammoniaca. Fai così: versa un po’ di prodotto direttamente sulla parte interessata e strofina. Attendi 10 minuti, metti a mollo per un’ora in acqua calda e detersivo per lavatrice. Aggiungi un altro goccio di ammoniaca e strofina ancora. Procedi quindi col lavaggio con sapone di Marsiglia.

3. Detersivo per i piatti e alcol

Terza formula anti-odore di sudore: ti servono una tazzina di detersivo per piatti e 800 ml di alcol etilico. Metti tutto dentro un nebulizzatore, spruzza dove serve e lascia in posa per 20-30 minuti. Poi prosegui con il lavaggio.

4. Sgrassatore

Eccoci giunti all’ultimo metodo di pretrattaggio, il più semplice. Ti basta spruzzare un po’ di sgrassatore sull’area del capo colpita dal sudore prima di metterlo in lavatrice.

Attenzione ai capi di lana o di seta

Ormai è cosa risaputa: i capi in lana o in tessuti delicati richiedono sempre un’attenzione particolare e andranno pretrattati diversamente rispetto agli indumenti realizzati con filati più resistenti.

Per le maglie di lana, riempi una bacinella di acqua fredda e aggiungi un cucchiaio di sale grosso; poi tieni a mollo il capo per una ventina di minuti. Infine, procedi col risciacquo e il lavaggio (usa sempre un detersivo specifico per lana e delicati).

Per la seta, invece, ti sarà utile l’aceto bianco. Dovrai diluirlo in una bacinella con abbondante acqua fredda. Dopo 10 minuti di ammollo, vai di risciacquo e lavaggio.

Come vedi, il problema dell’odore di sudore sui panni si può risolvere con poco. La cosa più importante, te lo ripetiamo, è agire con tempestività. Segui questo consiglio e vedrai che, anche quando di camicie ne suderai settantasette, dopo il lavaggio torneranno tutte nuove e profumate come prima.

Conoscete altri rimedi per scacciare l’odore di sudore dai panni? Suggeriteceli sulla nostra pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti