cucina-in-disordine

Cucinare senza sporcare? Si può fare!

17 febbraio 2015

Che siate cuoche provette o che non sappiate preparare nemmeno un uovo, che cucinare sia la vostra passione o il vostro incubo poco importa…a nessuno piace dover ripulire la cucina! Sarebbe bello vivere in un mondo dove vige la regola “se hai cucinato non devi lavare i piatti e ripulire”, purtroppo la realtà è dura e spesso mariti, compagni e figli non sono d’aiuto.

Alla fine dell’abbuffata dobbiamo “fare da noi” e il modo migliore per velocizzare la pulizia della cucina è cercare di sporcarla il meno possibile. Difficile? Secondo noi no! Ecco 10 trucchi per mantenere la cucina pulita mentre siete ai fornelli:

  1. Utilizzate pentole grandi, in questo modo non dovrete riempirle fino all’orlo ed eviterete le fastidiose fuoriuscite di acqua che macchiano il piano cottura.
  2. Appoggiate i coperchi sul banco rovesciati, in modo che non sporchino la cucina.
  3. Avete mai pensato di usare un paraschizzi? È una specie di coperchio fatto però di una sottile rete metallica. Non “chiude” il cibo nella pentola come farebbe un normale coperchio, lascia uscire il vapore ma intrappola eventuali schizzi di unto.
  4. Usate sempre un poggiamestolo per riporre gli utensili mentre cucinate e se quelli piccoli e graziosi non bastano usate un piatto o un tagliere per poterli appoggiarli tutti.
  5. Sciacquate subito cucchiai o coltelli che non servono più invece di appoggiarli nel lavandino, la cucina rimarrà in ordine e quello strumento sarà già pronto per il prossimo utilizzo.
  6. Non buttate subito scarti o bucce nella pattumiera, rischiate di sgocciolare sul pavimento o imbrattare mobili con schizzi e residui vari. Accumulate tutti gli scarti organici in una ciotola o in un piatto e gettate tutto in una volta sola finita la preparazione.
  7. Dovete infarinare o impanare qualcosa e immancabilmente la farina vola ovunque? Provate a farlo in un sacchetto del pane o in un sacchetto gelo: inserite la farina e l’ingrediente da impanare (carne, pesce, verdure), chiudete il sacchetto e scuotete energicamente. Risultato perfetto, zero piatti sporchi e cucina pulitissima.
  8. Se siete davvero di fretta, pensate a piatti che richiedono una preparazione semplice e l’utilizzo di poche padelle. In questi casi una zuppa o un minestrone possono salvarvi. Oppure potete scegliere la cottura al forno o in microonde, meno grassi e soprattutto niente schizzi sul piano cottura. Ricordate di foderare sempre teglie e leccarde con uno strato di carta forno, si sporcheranno molto meno.
  9. Una volta servita la cena, mettete subito in ammollo pentole e teglie con un po’ di detersivo sgrassante per i piatti, vedrete che dopo cena vi basterà un veloce colpo di spugna per pulirle.
  10. In occasione di grandi cene, potete foderare il piano cottura con della carta stagnola. Una volta finito di cucinare vi basterà rimuoverla per avere una cucina perfetta e in ordine da sfoggiare con i vostri ospiti.

A volte però, nonostante stiamo super attente, la macchia è in agguato dietro l’angolo e ci tocca dover pulire a fondo piano cottura, bancone e lavello. In questi casi vi consigliamo di accelerare le operazioni utilizzando prodotti specifici: uno sgrassatore per le macchie di unto più ostinate e un prodotto per far splendere facilmente l’acciaio del vostro lavandino.

E voi, siete mai ricorse a questi piccoli stratagemmi per cucinare senza sporcare? Ne avete altri da suggerirci? Raccontateci i vostri trucchi sulla nostra pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti