cucina-piano-in-granito

Il granito ti dà grane? Ecco come fare per pulirlo e lucidarlo

5 maggio 2015

Resistente all’usura, quasi impossibile da graffiare e anche bello da vedere. È il granito, una delle pietre naturali più amate per la pavimentazione e non solo. In commercio se ne trovano molte tipologie, che variano tra loro per colorazione e “disegno”. Tra i graniti italiani, è famoso il granito rosa, estratto dalle cave di Baveno, sul Lago Maggiore.

Dal punto di vista pratico, una criticità nota del granito è la sua permeabilità, dovuta alla porosità della pietra. Il rischio che si corre, se non si seguono alcuni accorgimenti nella detersione e nella manutenzione, è che la superficie si macchi in modo permanente.

Se in casa tua hai o vorresti un pavimento o un top in granito, in questo articolo troverai diversi consigli per prendertene cura nel modo giusto.

Due soluzioni detergenti per lavare e lucidare il pavimento in granito

Il pavimento in granito è una vera bellezza. Se hai la fortuna di averlo in casa, per mantenerlo sempre in ottimo stato e preservare la sua lucentezza segui uno dei metodi per la detersione che ti suggeriamo di seguito.

  1. Iniziamo col classico “metodo casalingo”. Versa in un secchio 3 litri d’acqua, mezzo bicchiere di alcol, 2 cucchiai di bicarbonato, un tocchetto di sapone di Marsiglia (da lasciar sciogliere) o una goccia di detersivo per i piatti, meglio ancora se igienizzante con bicarbonato.
  2. E adesso un “metodo professionale”. In mezzo secchio di acqua calda aggiungi semplicemente un tappo di candeggina. Professionale vuol dire anche semplice!

In entrambi i casi, usa come straccio un panno in microfibra. Immergilo nella soluzione preparata e strizzalo per bene. Dopo aver lavato, risciacqua il panno con acqua tiepida e ripassalo sul pavimento. Brillantezza assicurata!

Come pulire il top in granito

Se per il piano della tua cucina hai scelto un top in granito, ecco come regolarti per la sua detersione quotidiana.

Di solito lo sporco del top della cucina è di tipo organico (proviene da sughi, olio, succhi di frutta etc.): per questo pulirlo è semplicissimo.

Fa’ così: usa uno sgrassatore. Potente sullo sporco organico, e anche sulle incrostazioni, lo sgrassatore non va a rovinare in alcun modo il tuo bel top in granito.

Due regole generali per la cura del granito

Chiudiamo questo articolo con due regole valide per tutte le superfici in granito:

  • quando cadono sostanze liquide o semiliquide di qualsiasi tipo (olio, bevande, salse, etc.) sul granito, queste andranno rimosse immediatamente;
  • è bene effettuare almeno ogni 2 anni il trattamento impermeabilizzante con un prodotto specifico. Per capire se il tuo pavimento o il tuo top ne hanno bisogno, basta versare sulla superficie un po’ d’acqua: se questa forma delle goccioline, il granito è impermeabilizzato; in caso contrario, è ora di correre ai ripari.

A questo punto hai fatto una bella scorta di consigli. Fanne tesoro e vedrai che il granito non ti darà più grane.

Conoscete altri rimedi efficaci per pulire il granito? Svelateceli sulla pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti