lavanderia

Come organizzare la lavanderia per risparmiare tempo e fatica

12 maggio 2015

“Mamma, i miei pantaloni neri sono asciutti?”. “Amore, avrei bisogno di una camicia bianca. Non è che potresti lavarmene una?”. Queste sono solo un paio delle tipiche domande/richieste che ascolti ogni giorno. Confermi? E tutto ciò mentre ti stai già facendo in quattro tra panni da lavare, da stendere, da piegare, da rammendare e via dicendo.

Occuparsi del bucato è un vero e proprio lavoro e ti porta via un sacco di tempo. Tempo che non hai, il più delle volte. Sai cosa contribuisce ad aumentare il carico di lavoro? La disorganizzazione.

Ma da oggi le cose cambieranno, se seguirai i nostri consigli per organizzare la lavanderia. Le richieste da parte della tua famiglia non diminuiranno, ma se non altro farai meno fatica a star dietro a tutto e a tutti.

6 consigli per una lavanderia super organizzata

Sia che tu abbia a disposizione un’intera stanza da adibire a lavanderia, sia che tu debba accontentarti di allestirla in bagno, con una buona organizzazione tutto sarà più semplice. Abbiamo pensato di aiutarti con una lista di 6 consigli.

1. Sovrapponi gli elettrodomestici

Se in casa hai sia la lavatrice che l’asciugatrice, per risparmiare spazio puoi sovrapporre quest’ultima sulla prima. Per farlo, utilizza un kit di congiunzione: si tratta di un semplice dispositivo da frapporre tra i due elettrodomestici che ti assicurerà maggiore stabilità. In commercio trovi modelli che presentano anche un pratico ripiano estraibile.

2. Stendipanni salvaspazio

Quanto sono ingombranti gli stendibiancheria! Non tutti, però. Esistono dei modelli salvaspazio che sono davvero utili, soprattutto dove di spazio ce n’è ben poco.

Per esempio, potresti pensare di montare uno stendibiancheria da parete con struttura a soffietto, quindi richiudibile quando non è in uso. Un altro accessorio utile è lo stendipanni da soffitto: lo posizioni e con un sistema a carrucola porti su e giù le varie stecche.

3. Più ceste per dividere i panni

Quando devi caricare una lavatrice, parte del lavoro consiste nello smistamento dei vari capi. E se fossero già smistati? Utilizza più ceste per dividere, per esempio, bianchi, colorati e delicati. Se non hai spazio a terra, appendi al muro delle sacche. Vedrai quanto tempo risparmiato!

4. Detersivi a portata di mano

La regola per i detersivi è che siano a portata di mano e fuori dalla portata dei bambini. La cosa migliore, quindi, è montare un pensile alto in cui riporli. Se invece scegli un mobile basso, ricordati del dispositivo blocca-ante.

5. Strumenti di lavoro

Anche a te capita di non riuscire a ritrovare le mollette da bucato? Il metodo per evitare di perderle è abituarti a tenerle sempre nello stesso posto. Ecco perché nel tuo spazio lavanderia devi avere una mensola su cui appoggiare il cestino delle mollette e altri “strumenti di lavoro”: dalle palline dosatrici per il detersivo ai sacchi-rete salvabucato.

Come avrai notato, lo sfruttamento della parete è fondamentale, ed è per questo che è necessario che, metro alla mano, tu faccia tutti i calcoli per evitare un “sovraffollamento”.

6. Istruzioni per il lavaggio

Se ti succede spesso di dimenticare il significato dei simboli indicati sulle etichette dei capi, fa’ così: riportali tutti su un foglio di carta accompagnati da una spiegazione, incornicialo e appendilo nella zona lavanderia. Ridurrai il rischio di combinare disastri!

Con questi semplici consigli dirai addio al caos e la tua sarà non una lavanderia qualunque, ma una super lavanderia. Prova a trasformare la tua lavanderia e facci sapere come è andata sulla nostra pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti