Come ordinare un armadio. I numeri giusti, quelli del metodo 333

1 agosto 2017

Quante volte hai aperto l’armadio e ti sei sentita in colpa per quel vestito mai indossato, ancora con il cartellino? Quanto tempo sprechi, ogni mattina, per trovare qualcosa da metterti? E quanto ne investi, invece, per fare il cambio di stagione, o per svuotare l’armadio e pulirlo?

Conosciamo già le risposte. Non sei la sola ad accumulare, accumulare e accumulare. È una tendenza molto diffusa. Il risultato? Il tuo armadio si trasforma in una montagna invalicabile di abiti e accessori. E tu, ogni volta che apri le sue ante, sei assalita dallo stress.

Ordine, organizzazione ed essenzialità sono le tre parole chiave per una vita più semplice e serena. Qui scoprirai come sistemare l’interno dell’armadio con il metodo 333. Provalo e capirai quanto è utile!

Cos’è il metodo 333?

Il metodo 333 nasce dall’idea dalla scrittrice americana Courtney Carver. Nel suo blog, “Be More With Less”, ti spiega come ridurre lo stress quotidiano e vivere con leggerezza attraverso uno stile di vita essenziale. Il principio alla base è simile a quello del metodo di riordino di Marie Kondo.

Il metodo 333 ti aiuta a limitare la quantità di vestiti, scarpe e accessori che conservi nell’armadio. Il numero degli articoli essenziali può essere ridotto a 33. Ti sembra impossibile? Be’, prendila come una sfida, ti servirà per capire cosa ti è davvero necessario. Potresti accorgerti che le cose che usi davvero sono ancora meno di 33!

Tutti i numeri del metodo

Perché proprio il numero 333?

  • 33 sono gli articoli da conservare. Quelli che usi più di frequente e che ritieni davvero fondamentali.
  • 3 sono i mesi di tempo in cui utilizzerai solo queste 33 cose. Non farti prendere dal panico: è concesso uno scambio se ti rendi conto di aver commesso qualche errore.

Prima di iniziare, fai un po’ di spazio nel ripostiglio. Quello che verrà scartato non deve essere buttato, ma conservato.

Come applicare il metodo 333?

Segui questi consigli per un armadio in ordine ed essenziale:

  • Fai un inventario di tutto quello che hai. Sì, forse ti porterà via un po’ di tempo, ma ti servirà a capire cosa tenere e cosa scartare. Inizia l’elenco dalle cose a cui tieni di più. Devi contare anche le scarpe, le cinture, le borse e gli occhiali.
  • Con la lista in mano, seleziona 33 pezzi da includere nel tuo nuovo mini guardaroba. Pigiama, calze, biancheria intima, gioielli che indossi sempre, indumenti per la palestra sono esclusi dalla rosa dei 33 articoli.
  • Metti ciò che hai scartato in uno scatolone e nascondilo nel ripostiglio, così non avrai la tentazione di “trasgredire”. Potrai riaprire lo scatolone dopo le 12 settimane stabilite.

Una volta che l’armadio sarà vuoto, approfitta del momento per pulirlo: spolvera e lava le superfici e le ante con un detergente multiuso. Fai arieggiare e poi riponi con ordine i tuoi 33 articoli.

Guarda il grande lavoro che hai fatto: non ti senti già meglio?

Torna alle FAQ Torna ai racconti