Come lavare e proteggere i tuoi capi di seta

28 ottobre 2015

Quando si parla di tessuti per i capi d’abbigliamento ognuno ha le sue preferenze: noi amiamo in particolar modo la seta. Ci piace perché è un tessuto senza tempo e dà a qualsiasi outfit un tocco chic. Un jeans – l’indumento casual per antonomasia – abbinato a una camicetta di seta fa tutto un altro effetto. Sarai d’accordo con noi, non è vero?

C’è da dire, però, che la seta è tanto bella quanto è delicata, e la sua cura fa nascere puntualmente più di un interrogativo. Per esempio, come si lava la seta? Si può stirare? Quale prodotto è meglio utilizzare per pretrattare le macchie? Se anche tu hai dubbi a riguardo, resta qui con noi perché risponderemo a queste e ad altre domande frequenti sull’argomento.

Lavare la seta: a mano o in lavatrice?

La seta si può lavare sia a mano che in lavatrice, con le dovute accortezze, cioè dopo aver letto le indicazioni riportate sull’etichetta e utilizzando un detersivo per i delicati, che svolga un’azione protettiva sulle fibre, preservandone volume ed elasticità.

Per il lavaggio a mano utilizza acqua tiepida, lascia in ammollo per 5 minuti, evita di strofinare e, nella fase di risciacquo, non strizzare il capo.

Per lavare la seta in lavatrice ci sono tre regole di base:

  • carica la lavatrice per massimo 1/3 della sua capacità;
  • utilizza un detersivo specifico, noi ti consigliamo Carezza di Seta Scala.
  • imposta un ciclo delicato, non superare mai i 30;

Smacchiare la seta senza rovinarla

Per le macchie ostinate sulla seta puoi pretrattare la parte interessata in questo modo: bagna la zona macchiata con dell’acqua tiepida e strofina delicatamente con del sapone di Marsiglia, che è perfetto per smacchiare anche un tessuto così delicato. Poi procedi con il lavaggio.

Come stendere e far asciugare i capi di seta nel modo corretto

Evita di utilizzare le mollette e preferisci, invece, uno di questi due metodi: stendi il capo di seta su un piano orizzontale oppure appendilo a una gruccia. Infine, non esporre il capo alla luce diretta del sole e – mai, mai ma proprio mai – metterlo ad asciugare vicino ai termosifoni.

Due consigli per stirare la seta

Sì, la seta può essere stirata (salvo l’etichetta sull’indumento dica il contrario). Il ferro da stiro deve essere impostato su una temperatura bassa. Inoltre è bene frapporre tra il ferro e il capo un panno di cotone pulito.

A questo punto la seta non ha più segreti per te. Hai altre domande? Vieni a farcele sulla nostra pagina Facebook Il pulito che vorrei. Ti aspettiamo!

Torna alle FAQ Torna ai racconti