Come decorare le pareti con i quadri? La tua casa come una galleria d’arte!

24 gennaio 2020

Decorare le pareti, soprattutto se della tua casa, è davvero un’impresa ardua. Se da una parte è entusiasmante, dall’altra non è sempre facile accostare quadri, stampe e poster in modo coerente.
Il rischio di creare confusione tra diversi stili è dietro l’angolo. In un batter d’occhio, potrai ritrovarti con pezzi che messi insieme stravolgono l’estetica dell’ambiente.
Colori, cornici, dimensioni e allineamento sono sicuramente variabili che dovete tenere bene a mente. Qui alcuni consigli pratici per disporre i tuoi quadri al meglio!

Istruzioni per l’uso: 7 consigli per decorare le tue pareti con i quadri

Prima di prendere chiodi e martello e cimentarti nella realizzazione vera e propria di una galleria d’arte in casa, ci sono alcuni passaggi chiave da ricordare. Te li sveliamo subito:

  1. Quali quadri scegliere? Sembra banale ma non lo è. Sicuramente è fondamentale seguire i tuoi gusti personali, ma anche lo stile dell’arredamento. A mobili antichi è meglio accostare soggetti altrettanto classici. Viceversa, se il tuo arredo è moderno, dovrai preferire quadri astratti e cornici più lineari.
  2. Pensa alla tua composizione. Una volta scelti i quadri, dovrai misurarli per avere un’idea del loro ingombro. Sei brava con matite e righelli? Prova a fare uno schizzo in scala. Altrimenti scegli un metodo più realistico, appoggiando i tuoi dipinti direttamente sulla parete. Con questo ultimo modo potrai vedere dal vivo la composizione finita.
  3. Occhio alle proporzioni… Un quadro minuscolo in una parete enorme è sbagliato quanto un affresco a tutta parete in un corridoio strettissimo. Tristissimo il primo, claustrofobico e impossibile da ammirare il secondo.
  4. … e all’allineamento. Non importa se i quadri non sono tutti della stessa dimensione, anzi. Il risultato sarà così più movimentato e interessante. Il trucco è scegliere una linea guida immaginaria lungo la quale posizionare uno dei lati dei quadri. Seguendo questo schema potrai creare anche allineamenti a croce, intersecando le linee centrali orizzontali con quelle verticali.
  5. Dipinti, fotografie e ritratti. Queste due tipologie di quadri sono agli antipodi e accostati non stanno affatto bene. Per i ritratti invece fai in modo che i personaggi si guardino. La tua composizione risulterà assolutamente più armonica.
  6. E luce fu. Curate attentamente l’illuminazione. Perché la parete sia valorizzata fai in modo che sia illuminata dall’altro. Le luci di lato creano più riflessi e mettono in evidenza eventuali difetti.
  7. Attenzione al calore. Non collocate mai i quadri sopra i termosifoni o alla luce diretta perché il calore accelera l’invecchiamento della tela e con il tempo i colori andrebbero a sbiadire.

Pronta a dare un tocco artistico alla tua casa? Se poi vuoi far splendere i vetri dei tuoi quadri, noi ti consigliamo una goccia del nostro sgrassante al succo di limone in una bacinella d’acqua. E voilà… i tuoi quadri brilleranno come al Louvre!

Torna alle FAQ Torna ai racconti