frigo-in-ordine

Come conservare gli alimenti in frigorifero? I consigli e gli errori da evitare

13 dicembre 2017

Scegli solo cibi sani e controlli sempre scadenza e provenienza dei prodotti che acquisti. È giusto essere intransigenti quando si parla di alimentazione. Spesso, però, tutti i nostri sforzi vengono annullati dietro la porta del frigorifero, perché non sappiamo come conservare nel modo corretto i prodotti che acquistiamo.

Questo post ti spiega come assicurarti una perfetta conservazione degli alimenti. Parleremo di temperature, organizzazione dei ripiani e pulizia del frigorifero.

La giusta temperatura nel frigorifero

Per mantenere inalterate le proprietà degli alimenti è indispensabile conservarli alla giusta temperatura. Qual è la temperatura da impostare nel termostato del frigorifero? La risposta dipende dalle stagioni:

  • Durante l’inverno puoi impostare il termostato a 4 o 5 gradi.
  • D’estate è meglio abbassare la temperatura a 2 gradi.

Ricordati che ogni volta che apri e chiudi lo sportello del frigorifero la temperatura interna subisce delle variazioni. Non sostare minuti e minuti davanti all’elettrodomestico aperto mentre decidi cosa cucinare. Pensaci prima!

Come disporre gli alimenti in frigorifero

All’interno del frigorifero la temperatura non si distribuisce in modo uniforme: l’aria calda sale, quella fredda rimane in basso. È importante, quindi, disporre gli alimenti rispettando queste “zone climatiche”:

  • Nei ripiani più bassi la temperatura è di circa 2 gradi. Qui puoi conservare la carne e il pesce.
  • Nei ripiani più alti, dove la temperatura è di circa 4 o 5 gradi, metti i latticini, i dolci con creme o panna e gli alimenti già aperti.
  • Nei cassetti la temperatura è più alta, si aggira tra i 7 e i 10 gradi. Lì puoi riporre frutta e verdura.
  • Le mensole interne allo sportello sono i punti più caldi del frigorifero. Mettici le uova, le bibite e il burro.

Anche quando vai di fretta ricorda che ogni alimento ha il suo posto assegnato in frigorifero, cerca sempre di rispettarlo.

Altolà! I cibi che non vanno messi in frigorifero

Spesso commettiamo l’errore di mettere in frigorifero cibi che, invece, dovrebbero essere conservati a temperatura ambiente. Per esempio:

  • Il pane, che a basse temperature diventa raffermo.
  • Frutta e verdura che devono ancora maturare.
  • Frutta esotica, che non ama le basse temperature.
  • Pomodori, cetrioli e zucchine.
  • Agrumi, che con il freddo diventano amari.

Hai già tirato fuori qualcosa dal frigorifero? ;)

Gli errori che commettiamo più spesso

Ci sono 3 errori molto comuni che compromettono la corretta conservazione degli alimenti in frigorifero. Quali sono? Eccoli:

  • Riempire troppo il frigorifero. Perché così ostacoli il passaggio di aria fredda tra gli alimenti.
  • Appoggiare il cibo direttamente sui ripiani. È più igienico riporlo dentro appositi contenitori.
  • Inserire alimenti ancora caldi in frigorifero, perché la temperatura dell’elettrodomestico si alza di colpo.

Ricordati che nel frigorifero vige una regola che il Ministero della Salute, nel suo decalogo di sicurezza nel frigorifero, riassume così: “chi prima entra, prima esce”. Per seguire questa regola ti consigliamo di tenere ben in vista gli alimenti che sono lì dentro da più tempo, così ti ricorderai di consumarli prima.

E per finire… manutenzione e pulizia del frigorifero

Non puoi conservare al meglio i tuoi alimenti senza prenderti cura della loro casa: il frigorifero. Per garantirti il massimo dell’igiene e assicurarti il perfetto funzionamento dell’elettrodomestico devi:

  • Sbrinarlo periodicamente.
  • Controllare che le guarnizioni dello sportello siano integre, in caso contrario è bene sostituirle perché potrebbero disperdere la temperatura.
  • Mantenere il frigorifero pulito, per evitare la proliferazione di germi e batteri. Noi ti consigliamo di pulire regolarmente pareti interne e ripiani con una spugna e qualche goccia di detersivo per piatti Scala all’aceto.

Cerca di seguire i nostri consigli ed evita di ricadere negli errori che ti abbiamo segnalato. All’inizio dovrai stare un po’ attenta, ma vedrai che a poco a poco queste buone abitudini diventeranno naturali.

Torna alle FAQ Torna ai racconti