Piante officinali: coltivale sul balcone di casa!

21 luglio 2016

Prendersi cura di sé con le erbe officinali provenienti dal proprio balcone è una bella soddisfazione. Se il tuo balcone ne è ancora sprovvisto, questa è l’occasione buona per rimediare: stiamo per darti qualche spunto sulle piante officinali che puoi coltivare a casa.

3 piante officinali da coltivare a casa

Menta, melissa e lavanda non possono mancare nella tua piccola “erboristeria in balcone”. Si tratta di piante che sicuramente già conosci. Svolgono funzioni diverse e, soprattutto, hanno il vantaggio di essere molto semplici da coltivare: crescono con facilità e richiedono poche cure.

Conosciamole meglio.

La menta, buona in tutti i sensi

Ci sono tante varietà di menta, quella più comune è la piperita. Dopo meno di 30 giorni dalla semina vedrai nascere le prime foglioline. Il periodo giusto per l’impianto è la primavera o l’autunno. Scegli un terreno con un pH neutro o leggermente acido e ricco di humus.

L’esposizione della pianta varia in base alle temperature: se il clima è caldo va tenuta a mezz’ombra; se freddo è meglio metterla al sole. Se vuoi ottenere una concentrazione aromatica più forte, ti basterà annaffiarla con moderazione.

Ma quali sono le proprietà di questa piantina? Sono tantissime: antisettiche, diuretiche, rinfrescanti e antispasmodiche. È efficace contro l’insonnia, la debolezza, i problemi digestivi e l’irregolarità intestinale. Recenti studi hanno dimostrato che la menta è utile anche nella regolazione ormonale, perché abbassa il livello di ormoni maschili. Insomma, una piantina prodigiosa!

Puoi aggiungere le foglie fresche di menta nelle insalate e, in generale, sulle pietanze a base di verdure. Le zucchine con la menta sono davvero squisite. ;) Oppure puoi lasciarle essiccare e ricavarci delle ottime tisane.

La melissa e le sue proprietà

La melissa è una pianta erbacea che cresce spontaneamente in qualsiasi terreno. L’avrai sicuramente incontrata in qualche giardino. Si adatta molto bene anche alla vita in vaso. Puoi interrare i semi in primavera; va tenuta in una zona ombreggiata e annaffiata con regolarità. Una volta che la pianta sarà adulta, invece, richiederà poca acqua.

La melissa emana un piacevole profumo agrumato ed è ricca di benefici. La parte officinale è la sommità fiorita che possiede proprietà rilassanti e digestive. È utile per curare l’insonnia, l’ansia, le difficoltà digestive e i dolori gastrici.

Con il fiore essiccato puoi ottenere degli infusi. Oppure puoi utilizzarla fresca per accompagnare pesce, formaggi, legumi, salse e anche gelati e dolci. Insomma, sta bene un po’ con tutto.

La lavanda. Non solo dentro gli armadi

La lavanda non è utile solo per decorare e profumare la casa, è anche una portentosa pianta officinale. Cresce in qualsiasi tipo di terreno e non necessita di tanta acqua. Puoi interrare i semi in primavera e li vedrai fiorire a inizio estate. Ma fai attenzione al vaso: sceglilo abbastanza grande, la lavanda può raggiungere anche un metro e mezzo di altezza.

I fiori di lavanda hanno proprietà sedative e antisettiche. Raccogli gli steli in mazzolini e falli essiccare a testa in giù in un luogo fresco e ventilato. Dopo di che saranno pronti per ricavarci infusi rilassanti o fumenti balsamici per calmare la tosse.

Con queste piantine il tuo balcone diventerà un luogo di benessere. Ricordati di tenerlo ordinato e di pulire spesso il pavimento con l’apposito detergente. E visto che siamo in zona, qui trovi alcuni consigli sull’arredamento del balcone.

Torna alle FAQ Torna ai racconti