Colori super brillanti? Ecco come lavare i panni colorati

13 giugno 2019

Di solito gli indumenti colorati sono quelli che soggiornano più a lungo nella cesta dei capi da lavare. La ragione? Il bucato dei colorati richiede diverse accortezze: alcune cose devono essere lavate a mano; altre in lavatrice ma con capi dello stesso colore (mai lavare insieme bianchi e colorati!) e così via. Le preoccupazioni sono due: evitare che gli indumenti stingano e mantenere i loro colori super brillanti. Inutile dire che le due cose sono collegate.

Qui ti diamo tanti suggerimenti per mantenere brillanti i tuoi indumenti colorati. Passeremo in rassegna tutti gli aspetti che incidono sulla buona riuscita del bucato. Leggi e prendi appunti.

A che temperatura lavare i colorati

Come ben saprai, gli indumenti colorati non vanno molto d’accordo con l’acqua calda, perché tende a minacciare l’intensità dei colori. Come prima cosa ti consigliamo sempre di dare un’occhiata all’etichetta per verificare la temperatura di lavaggio consigliata. In linea di massima, se l’etichetta lo permette, si possono lavare i colorati a 40 gradi. Ci sono alcuni casi, però, in cui il lavaggio a freddo è “caldamente” consigliato:

  • Quando hai a che fare con indumenti nuovi. Per cercare di limitare il rilascio di colore, ti consigliamo di lavare i capi colorati a mano (per i primi 3-4 lavaggi) in acqua fredda.
  • Per i tessuti con colori molto accesi (rosso, fucsia, arancione, verde, blu) e per tutti quelli a fantasia.
  • Per i tessuti naturali, come il cotone e la seta, perché sono quelli che tendono a rilasciare più facilmente il colore.

I prodotti giusti, i detersivi per colorati

Il detersivo è un aspetto da non sottovalutare. Come ben saprai, per i capi colorati è necessario utilizzare detersivi specifici. Noi ne abbiamo uno, imbattibile, da consigliarti: il Detersivo Salva Colore. Un nome, una certezza, poiché è concepito per rispettare i colori e mantenere la loro luminosità. In più, è efficace contro sporco e macchie anche a basse temperature, quindi è perfetto per il bucato a freddo.

In generale, quando hai a che fare con i colorati, evita di usare i detersivi in polvere, che potrebbero lasciare residui di prodotto sul tessuto e creare un effetto sbiadito.

 Le tecniche per fissare i colori

Nell’articolo in cui ti dispensiamo consigli su come lavare i capi colorati in lavatrice, ti suggeriamo anche alcune tecniche per fissare i colori dei tessuti. Ti abbiamo parlato della tecnica dell’aceto e di quella del sale grosso. Questi due rimedi della nonna sono utili quando devi lavare un indumento ad alto rischio di perdita del colore – come per esempio una camicetta nuova di seta rosso fuoco. Si salvi chi può! ;)

Passi falsi nel bucato dei colorati

Per fissare i colori sui tuoi capi e mantenerli brillanti, fissa nella memoria i più temibili nemici dei tessuti colorati:

  • L’acqua molto calda, poiché il calore allenta le fibre del tessuto e facilita la fuga del colore.
  • L’asciugatrice. In caso di perdita del colore, l’asciugatrice può fissare il colore di un capo su un altro.
  • La frizione tra i capi, che potrebbe usurare le fibre del tessuto con conseguente perdita del colore. Per questo ti consigliamo di non riempire mai troppo il cestello.
  • Il sole. Non far asciugare mai gli indumenti sotto il sole per evitare che i colori sbiadiscano.

Tira fuori i colorati dal cesto dei panni da lavare. Ora hai tutti i consigli che ti servono per prendertene cura.

Torna alle FAQ Torna ai racconti