pot-pourri faidate

Cattivo odore in bagno? I nostri rimedi per profumarlo

11 novembre 2019

Ci sono alcuni ambienti, in casa, in cui è importante mantenere buoni odori. Uno di questi è il bagno, dove si concentrano potenziali fonti di cattivi odori. Oltre alle più note, ce ne sono tante altre meno intuitive ma che non sfuggono ai nostri nasi. Ne parliamo in questo articolo e, sempre qui, ti diamo diversi suggerimenti per mantenere il bagno sempre profumato.

Le cause del cattivo odore in bagno

Qui non parliamo dei cattivi odori dovuti alla mancanza di pulizia perché, se segui il nostro blog, scommettiamo che non sei tipo da trascurare l’igiene della casa. A proposito: alla pulizia del bagno abbiamo dedicato un bell’articolo che ti ricorda le 7 cose che spesso, in questo ambiente, ci si dimentica di pulire. Ti consigliamo di andare a ripescarlo visto che siamo in tema. Poi non dimentichiamoci dei cattivi odori legati alla manutenzione del bagno, te ne abbiamo già parlato nell’articolo Nasi felici. Come eliminare i cattivi odori dal bagno.

Oltre a tutto questo, tra le fonti “meno sospettabili”, ci sono gli asciugamani e i tappetini umidi, oltre al cesto degli indumenti da lavare che, se staziona nel bagno, non contribuisce certo a profumare l’ambiente. Se a tutto questo aggiungiamo che ci troviamo nell’ambiente più umido della casa e che l’umidità certo non contribuisce a “spegnere” i cattivi odori, allora capirai che gli odoracci, qui, sono sempre in agguato. Quindi, come contrastarli?

Strategie per un bagno profumato

Oltre alla pulizia e alla manutenzione costante del bagno, puoi adottare alcuni piccoli accorgimenti che non richiederanno nessuna fatica.

Punta sugli oli essenziali per profumare il bagno. Ti consigliamo una fragranza fresca, come l’eucalipto, che oltre a essere un antibatterico naturale darà all’ambiente una piacevole sensazione di pulizia. Oppure punta sull’olio essenziale di lavanda, vedrai che il suo profumo renderà ancora più rilassanti i tuoi bagni caldi.

Per profumare la biancheria abbiamo due suggerimenti da darti:

  1. Dopo aver lavato asciugamani e accappatoi e prima di riporli nell’armadio, spruzza il profumo per biancheria.
  2. Deodora i cassetti in cui riponi la biancheria per il bagno con dei sacchetti profumati, lasceranno un gradevolissimo odore sui tessuti.

Forse non ci hai mai pensato, ma spesso la fonte dei cattivi odori è il detergente che utilizzi per pulire la casa. Scegli quindi detergenti per bagno profumanti, ti aiuteranno a mantenere un odore fresco.

Pot-pourri e oli essenziali per profumare il bagno

I pot-pourri sono un’ottima soluzione per profumare la casa, puoi comprarli già pronti oppure, se ami il faidate, puoi crearli con le tue mani. Qui ti diamo qualche consiglio. Partiamo dagli ingredienti, puoi mescolare:

  • Fiori essiccati e legnetti: scegli i fiori che preferisci, sappi che servono fondamentalmente a trattenere l’aroma degli oli essenziali.
  • Spezie: puoi usare bastoncini di cannella, chiodi di garofano, semi di cardamomo, semi di vaniglia o erbe aromatiche come menta e rosmarino.
  • Agrumi: puoi aggiungere al tuo mix delle fettine di arancia, di mandarino o di limone essiccate, sono molto belle anche da vedere. Sappi che per disidratarle basta lasciarle una notte intera sul termosifone.
  • Olio essenziale: è questa la principale fonte di profumo. Cerca di abbinare la fragranza al pot-pourri, per esempio: se il tuo mix è dominato dalle note floreali della lavanda enfatizza l’odore con l’olio essenziale di lavanda; se la composizione è dominata dagli agrumi scegli l’olio essenziale corrispondente e così via.

Una volta che avrai raccolto i tuoi ingredienti, aggiungi l’olio essenziale, mescola bene e ricorda di ravvivare il profumo aggiungendo qualche goccia d’olio di tanto in tanto. Dopodiché, riponi il pot-pourri nel contenitore che preferisci e che meglio si accorda allo stile del tuo bagno, per esempio:

  • Se ami il mare, puoi inserirlo in una bella conchiglia capiente, come quella delle capesante.
  • Se ti piace lo stile tropical, usa un guscio di noce di cocco come ciotola.
  • Se il tuo bagno ha uno stile più rustico, punta sui vasetti delle conserve.
  • Se ti piacciono i materiali naturali e le soluzioni semplici, un sacchettino di juta andrà benissimo, l’importante è che abbia la base piatta per l’appoggio.

Dopo aver riposto il pot-pourri nel suo contenitore, decora la superficie con dei fiori essiccati, dei petali, delle stecche di cannella, delle fettine di agrume. Et voilà: senti che profumo!

Torna alle FAQ Torna ai racconti