Bucato a mano… in mani esperte

8 aprile 2016

Lo sai che alcuni capi devi lavarli per forza a mano, eppure la tentazione di rischiare e metterli in lavatrice c’è sempre… Be’, possiamo capirti. Però resisti, e pensa che è tutta fatica ricompensata dal fatto di avere ancora capi in forma.

E poi oggi abbiamo pensato di farti un bel regalo. No, non veniamo a casa tua a lavare i panni al posto tuo, :D ma ti proponiamo questa speedyguida super pratica che ti spiega come stare alla larga dagli errori più frequenti.

4 mosse per il lavaggio a mano

Lana, tessuti delicati e neri. Quando li vedi nel cesto della biancheria, sai già che dovrai rimboccarti le maniche, perché di solito sono loro che richiedono il lavaggio a mano.

Come sempre, la tua migliore amica è l’etichetta: quando ti consiglia il lavaggio a mano, non hai proprio via scampo.

In questo caso, ti saranno preziose le nostre 4 mosse. Perché, che tu sia un’esperta del lavaggio a mano o una “lavanderina” alle prime armi, puoi sempre imparare qualcosa che ancora non sapevi. Vediamole subito insieme:

  1. Diluisci il detersivo specifico per lana e delicati in acqua, tenendo presente questa proporzione: ¾ di tappo ogni 10 litri d’acqua.
  2. Lascia il tuo capo in ammollo per non più di 3-5 minuti. Muovilo nell’acqua con le mani, ma non strofinare, perché potresti danneggiare i tessuti.
  3. Sciacqua l’indumento con acqua fredda, fino a quando non vedrai più tracce di detersivo.
  4. Lascia sgocciolare nel lavandino. Anche se la tentazione è forte, non strizzare il capo per accelerare la sgocciolatura, perché i tessuti si possono rovinare e deformare.

Accorgimenti e prodotti per il bucato a mano

Il bucato a mano è tutta una questione di metodo e prodotto: se li sbagli, potresti ritrovarti con un capo in meno nel guardaroba. Eccoti, allora, alcuni accorgimenti per un lavaggio senza brutte sorprese:

  • Suddividi i capi da lavare tra chiari, scuri e colorati e, per ragioni igieniche, anche tra sporchi e molto sporchi.
  • Per i colori chiari puoi utilizzare l’acqua calda, mentre, per preservare i capi più scuri e i colorati, è meglio optare per l’acqua fredda.
  • Se i capi presentano delle macchie, prima del lavaggio pretratta con un po’ di candeggina delicata (se l’etichetta lo permette).
  • Ricorda che per ogni tessuto esiste il “detersivo anima gemella”: utilizza il detersivo per la lana e per i capi delicati, quando necessario, e il detersivo Nero Assoluto per i capi scuri.

E tu, quali trucchi usi per un lavaggio a mano impeccabile? Condividi le tue dritte con noi, scrivici sulla pagina Facebook Il pulito che vorrei.

Torna alle FAQ Torna ai racconti