Arredare con il vintage…ecco qualche consiglio

12 aprile 2017

È una moda che oramai da anni vediamo su tutti i giornali. Vestiti, scarpe, accessori, mobili per la casa, niente si salva…parliamo del Vintage, la tendenza del momento che prevede lo “sgombero ufficiale” di soffitte e cantine per recuperare tutto ciò che è possibile (sarà mica stata inventata per farci pulire zone della casa inesplorate?!).

Ma non tutti gli oggetti ritrovati in vecchi e dimenticati scatoloni possono essere definiti vintage, per classificarli come tali devono avere delle caratteristiche specifiche, ne bastano tre:

  1. Devono essere d’epoca, di gusto sorpassato e démodé;
  2. Devono evocare periodi remoti, testimoniare lo stile di un certo periodo. Devono essere oggetti, modi di essere e di pensare che sono stati il simbolo di un’epoca, diventati cult e considerati irripetibili per la loro qualità.
  3. Devono essere usati, ma ancora utilizzabili con qualche piccolo accorgimento.

Recuperare e utilizzare questi oggetti è facilissimo, soprattutto se avete voglia di dare un nuovo look alla vostra casa o se state semplicemente pensando di aggiungere qualche pezzo particolare al vostro arredo. Ecco allora qualche consiglio per introdurre in modo corretto del vintage.

Soffitta apriti!

Vi ricordate quelle bellissime poltrone della nonna con la tappezzeria? Se siete così fortunate da trovarne una, tenetela stretta, è uno dei pezzi vintage più ricercati. Per prima cosa eliminate completamente tutta l’imbottitura oramai vecchia, lasciando solo lo scheletro, pulitela bene con il detergente per parquet Scala diluito con acqua, infine sistematela con un cuscino colorato vicino ad una libreria o all’ingresso di casa, vi regalerà subito un tocco retrò.

Chi non ha bauli o vecchie valigie in cantina o in casa dei nonni? Sono perfetti per arredare casa in mille modi, inoltre sono utilissimi perché potete utilizzarli anche come contenitori. Sovrapponeteli per creare un tavolino davanti al divano e come porta riviste, sono perfetti anche in camera da letto come comodino magari abbinati a una lampada in plexiglass in totale contrasto. Spesso vengono utilizzati anche in fondo al letto per riporre la biancheria pulita, un modo elegante per unire l’utilità alla bellezza.

Tra i nostri oggetti preferiti ci sono sempre stati i mappamondi, avete presente quelli vecchi sulle tinte del marrone e del seppia? Ecco parliamo proprio di quelli! Una volta puliti, trovate assolutamente un posto dove posizionarli, sono molto chic e vi permettono di sognare più facilmente il vostro prossimo viaggio. Posizionateli su librerie o su tavoli d’appoggio in salotto, saranno bellissimi!

Vintage per i bambini!

Cavallucci a dondolo, trenini, macchinine, vecchi giocattoli dei nonni… hanno un fascino unico e inimitabile. Personalizzate la camera di vostro figlio aggiungendo questi elementi, sarà un modo per far conoscere e apprezzare i giochi con cui siete diventati grandi e staccare i vostri piccoli dalla realtà moderna di internet e dei giochi interattivi. Non dimenticate di abbondare con i peluche, in una camera per bambini non sono mai abbastanza, dopo una bella lavata torneranno come nuovi, pronti per giocare con i vostri figli.

Ah un ultimo consiglio, cambiate spesso posizione degli oggetti, sarà un modo semplice per rinfrescare l’arredo di casa e divertirvi a sperimentare nuovi abbinamenti. Fidatevi, vi divertirete…

Torna alle FAQ Torna ai racconti