8 errori che minacciano il tuo bucato (con rimedi)

12 gennaio 2016

L’oblò della tua lavatrice è come una porta magica: una volta chiuso, dietro di lui può accadere di tutto. Può filare tutto liscio, e i tuoi capi usciranno dalla lavatrice puliti e profumati. Ma puoi anche ritrovarti con un bucato macchiato, maleodorante, infeltrito o addirittura strappato.

Stregoneria? No, dai! È più probabile che tu abbia commesso uno degli 8 errori che citiamo in questo articolo. Metti da parte amuleti controsortilegio, e impara insieme a noi a prevenire i più classici “disastri da lavatrice”.

1. Riempire troppo il cestello

È giusto risparmiare sulla bolletta, e noi siamo d’accordo con te quando, davanti a un cestello mezzo vuoto, scegli di posticipare il lavaggio. Tuttavia, anche riempire a dismisura la lavatrice è sbagliato: potresti ritrovarti con un bucato da rifare, o, ancora peggio, con dei vestiti strappati.

Se carichi troppo il cestello, infatti:

  1. il peso del bucato inibisce la centrifuga;
  2. possono rimanere tracce di detersivo nei tessuti;
  3. il detersivo non riesce a penetrare nei tessuti in modo uniforme e, di conseguenza, l’azione smacchiante potrebbe non risultare efficace;
  4. i capi, pressati come sono, possono impigliarsi nella fessura tra l’oblò e il cestello, con il rischio di strapparsi.

Un trucchetto per capire se il carico è adeguato? Utilizza il tuo pugno come unità di misura: se nel cestello riempito c’è spazio lui, allora puoi accendere la tua lavatrice senza la preoccupazione di ritrovarti di fronte a brutte sorprese.

2. Non pulire mai il filtro

Di’ la verità: non dedichi troppe attenzioni al filtro della tua lavatrice. Forse ancora non sai quanto questo possa influire sulla qualità del tuo bucato, soprattutto sul suo odore, che rischia di non essere più fresco come un tempo.

Un filtro sporco impedisce di scaricare bene l’acqua della lavatrice, che ristagna e provoca cattivi odori. Se non ti sei mai occupata della sua pulizia, ti diamo qualche consiglio per rimediare subito.

3. Non svuotare le tasche

Se vuoi risparmiarti un bucato cosparso di piccoli e fastidiosi pallini bianchi, ricordati sempre, prima di riempire la lavatrice, di svuotare le tasche dei pantaloni e di controllare che nei polsini delle maglie non si nasconda qualche fazzolettino di carta.

4. Impostare una centrifuga troppo aggressiva

Occhio anche alla centrifuga. La velocità di rotazione del cestello, se troppo elevata, potrebbe rovinare le fibre dei tuoi tessuti.

Meglio scegliere una centrifuga a bassa o media potenza, a seconda della natura dei capi. Se invece stai trattando dei delicati, ti consigliamo di disinserire la funzione.

5. Non seguire le indicazioni di dosaggio dei detersivi

Come prima cosa assicurati della qualità dei prodotti che utilizzi; noi ti consigliamo di affidarti solo a detersivi che rispettano i tuoi tessuti.

Fai attenzione anche al dosaggio, il detersivo non deve essere troppo ma neanche troppo poco. Una quantità insufficiente, ovvero inferiore al dosaggio raccomandato in etichetta, non pulisce a fondo, mentre una quantità eccessiva potrebbe rovinarli lasciando dei residui secchi sui capi.

Allora, come regolarsi? Il dosaggio aumenta con l’aumentare di livello di sporco e durezza dell’acqua. Per informazioni più precise riguardo al dosaggio, controlla sempre l’etichetta del tuo detersivo.

6. Sottovalutare l’uso di detersivi specifici

Ogni capo ha un suo detersivo come anima gemella. Cerca di rispettare i suoi gusti, se non vuoi ritrovarti nei guai. Ecco le accoppiate vincenti per la cura della lana, della seta e dei neri capi scuri:

  • per non rischiare l’infeltrimento della lana o di rovinare la seta, utilizza uno dei nostri detersivi per lana e delicati;
  • per non far sbiadire i capi neri, abbiamo creato per te un prodotto specifico: Nero Assoluto.

7. Impostare temperature troppo alte

La temperatura dell’acqua è fondamentale per la pulizia profonda del tuo bucato. Ma occhio a non esagerare. Attieniti all’indicazione riportata sull’etichetta del tuo capo. Ah, e leggi il nostro focus dedicato alle temperature di lavaggio in lavatrice.

8. Non fare lo smistamento tra capi di colori diversi e tra capi delicati e non

I tuoi capi entrano nella lavatrice di un colore e ne escono con uno diverso. Magia? No, hai solo fatto un pasticcio con i colori.

Una buona pratica da seguire è quella di iniziare a suddividere i tuoi capi sporchi in diversi contenitori. Per esempio, puoi creare quattro cesti separati con: bianchi, colorati, neri e delicati.

Ti sembrerà un po’ noioso, ma velocizzerà il momento del carico in lavatrice e non incorrerai nel rischio di danneggiare i colori o i tessuti con lavaggi o prodotti sbagliati.

Una buona pratica che puoi adottare anche mentre sei in viaggio: tieni in valigia quattro sacchetti (uno per tipologia di capo) che andrai a riempire man mano che i capi sono da lavare. Una volta rientrata a casa fare il bucato post-vacanza sarà facilissimo.

Adesso che conosci questi 8 errori, come per magia… potrai aprire l’oblò e ritrovare sempre un bucato perfetto!

Torna alle FAQ Torna ai racconti