cura-lavastoviglie

3 + 5 consigli per curare e pulire la lavastoviglie

19 ottobre 2016

Patti chiari, amicizia lunga: se vuoi che la tua lavastoviglie sia collaborativa, devi trattarla con le dovute maniere. Perché quando l’elettrodomestico si sente trascurato inizia a lamentarsi: il filtro si ottura, l’acqua non viene scaricata, le stoviglie rimangono incrostate e le pareti “sbuffano” per il calcare.

Non sottovalutare queste proteste e impara a prenderti cura della lavastoviglie. In questo post troverai diversi consigli per la sua corretta manutenzione. Seguili e tra voi filerà tutto liscio.

3 consigli per la cura della lavastoviglie

Ecco, hai fatto bene, hai deciso di iniziare a coccolare un po’ di più la tua lavastoviglie. Partiamo dalle 3 regole da rispettare per non usurare l’elettrodomestico:

  1. Prima di inserire i piatti in lavastoviglie, sciacquali con acqua tiepida per eliminare i residui di cibo.
  2. Disponi le stoviglie in modo ordinato e assicurati che non si spostino durante il lavaggio. Così eviterai che la lama affilata dei coltelli danneggi il cestello o che qualche stoviglia ostacoli il movimento del mulinello.
  3. Non introdurre i barattoli con le etichette adesive. Le temperature alte dell’acqua potrebbero scioglierle e saranno guai per il filtro.

Sono poche e semplici premure. Tienile a mente tutte le volte che riempi la lavastoviglie.

5 suggerimenti per la pulizia della lavastoviglie

E ora veniamo ai suggerimenti per la pulizia. Sì, sappiamo che il suo mestiere è quello di lavare, ma questo non significa che la lavastoviglie sia sempre pulita, tutt’altro! Potrebbero accumularsi residui di cibo e di unto. Per non parlare del calcare, quello non manca mai.

Insomma, anche la lavastoviglie va pulita. In questo modo:

  1. Almeno una volta alla settimana controlla il filtro dello scarico della lavastoviglie. Se lo vedi sporco, puliscilo sotto il getto d’acqua corrente.
  2. Una volta al mese fai un lavaggio con Cura Lavastoviglie Bifasico, che elimina grasso e calcare. Ti basterà inserire un flacone intero, capovolto, nella rastrelliera dei piatti e far partire un lavaggio a vuoto a 65 °C.
  3. Sfila i cestelli interni e il contenitore per le posate e controlla che le giunture e gli angoli siano puliti. Se noti incrostazioni o residui di cibo, rimuovili con una spazzolina.
  4. E già che ci sei, pulisci con lo sgrassatore anche i bordi dello sportello della lavastoviglie e la guarnizione (se c’è).
  5. Dai un’occhiata anche alla parte bassa dello sportello: è il caso di dare una pulita anche lì? Provvedi con spugnetta e sgrassatore.

Ecco, i patti sono rispettati. Ora la tua lavastoviglie non avrà più nulla di cui lamentarsi.

Torna alle FAQ Torna ai racconti